Il Mediterraneo offre due incantevoli destinazioni che sono perfette per le vacanze estive. Infatti, sia la Corsica che la Sardegna sono tra le mete più ambite dai turisti perché su queste isole si possono trovare spiagge incontaminate, mare cristallino, una natura lussureggiante e tante località che offrono storia, cultura e divertimento.

Inoltre, grazie a numerosi collegamenti con i traghetti che vengono intensificati soprattutto durante l’estate, raggiungere queste isole e spostarsi dalla Corsica alla Sardegna e viceversa è davvero semplice.

Come spostarsi tra le isole

L’isola della Corsica e quella della Sardegna sono separate dalle Bocche di Bonifacio, uno stretto caratterizzato da scogliere bianche. La durata del traghetto Sardegna Corsica in base alla distanza è molto breve, quindi la traversata sarà sicuramente confortevole anche per famiglie con bambini.

Infatti, la traversata che impiega minor tempo è di appena 50 minuti, mentre quella più lunga impiega circa 3 ore e 30.

Proprio per il breve tempo di percorrenza, sono tanti i turisti che scelgono di visitare ambo le isole in un’unica vacanza. Inoltre, è possibile imbarcare sul traghetto anche il proprio mezzo, come l’auto, camper o moto, una soluzione consigliata per muoversi agevolmente tra le varie località. In questo caso, però, bisognerà presentarsi all’imbarco con due ore di anticipo rispetto all’orario di partenza.

Cosa vedere in Corsica

Ajaccio, capitale della Corsica, ha un porto da dove partono numerosi collegamenti con la Sardegna e altre destinazioni, ma è anche una località che merita assolutamente una visita. Si tratta di una città antica che offre tante cose da vedere: gli amanti della storia, ad esempio, troveranno interessanti la Cittadella e la Casa di Napoleone, ma ci sono anche incantevoli spiagge in cui rilassarsi e dove poter fare un tuffo nel mare azzurro.

Basta spostarsi di qualche chilometro per visitare le Isole Sanguinarie, un nome che si rifà al colore particolare che questa località assume al tramonto. Inoltre, queste piccole isole sono note per le spiagge selvagge e incontaminate.

Le Bocche di Bonifacio, situate nella zona a sud della Corsica e punto di partenza per i traghetti che collegano l’isola con la Sardegna, offrono uno spettacolo naturale da non perdere con le scogliere bianche sono letteralmente a picco sul mare.

Sempre a sud si trovano due meravigliose spiagge considerate le più belle dell’isola: si tratta della Palombaia, nota per la sabbia bianca e il mare sempre calmo, perfetta anche per i bambini e della Rondinaria che è invece una piccola baia con mare cristallino e fondale basso racchiusa tra due scogliere.

Cosa vedere in Sardegna

Dallo stretto di Bonifacio il punto più vicino dell’isola sarda è Santa Teresa di Gallura, una piccola località che nasce su un insediamento romano e che offre spiagge bianche e mare cristallino. Tra le più famose c’è Rena Bianca, apprezzata per le acque trasparenti dove vale la pena fare almeno un bagno, mentre tra le attrazioni turistiche più visitate c’è la Torre Longosardo, che si trova su un promontorio roccioso a picco sul mare dove si gode di uno spettacolare panorama.

Da Ajaccio, invece, si arriva con il traghetto a Porto Torres, località sarda rinomata per le sue acque cristalline. A soli 30 minuti dal centro è possibile andare sulle spiagge della Pelosa o visitare il Parco Nazionale dell’Asinara, un’attrazione da non perdere per gli amanti della natura e degli animali.

La durata del traghetto Sardegna Corsica in base alla distanza è molto breve, quindi la traversata sarà sicuramente confortevole anche per famiglie con bambini.

Di Grey