Per definire lo stile della cucina occorre curare la scelta per i rivestimenti e le superfici. Chi desidera una cucina in stile moderno e contemporaneo, ha diverse frecce al suo arco da provare. Grazie a rivestimenti tutti nuovi, lo stile della cucina si arricchisce e diventa più personale. Complice la creazione di open space che fondono lo spazio con quello del living e dell’ingresso, i materiali che si usano in cucina si arricchiscono di nuove soluzioni.

Marmo e ceramica

La fanno da padrone il marmo e la ceramica, come al solito. Sono preferibili perché resistenti e duraturi. Resistono a ogni tipo di condizione, anche se maltratti. Non hanno problemi per il caldo perciò si può appoggiare una pentola bollente sulla ceramica senza alcun problema. Le venature naturali tipiche di marmo e ceramica hanno anche un alto valore decorativo.

Con la realizzazione di una rete dati è possibile controllare tutta la cucina. Al giorno d’oggi la cucina è un ambiente hi-tech grazie a soluzioni per accendere e spegnere tutto quanto. Ma non è finita qui perché si può comunicare con gli impianti elettrici dell’intera casa e automatizzare le aperture delle porte. ù

Il legno

Chi però è alla ricerca di qualcosa di diverso può scegliere qualcosa di più caloroso può scegliere il legno. Sì, proprio il legno! Se prima il legno era vietato in ambienti come la cucina, oggi non è così. Infatti, esistono rivestimenti effetto legno per avere un bancone con toni e sfumature tipiche di alcune essenze di legno. Spesso è realizzato in gres porcellanato che ha il vantaggio di essere resistente e duraturo ma anche facile da pulire, il che in cucina non guasta mai.

Il metallo

I rivestimenti per la cucina possono essere realizzati anche in metallo nero spazzolato per un allure molto moderno e contemporaneo. Il nero può esser abbinato al classico bianco che si usa spesso per la cucina. chi non vuole una cucina off-white, può spezzare la monocromia può usare dei rivestimenti neri che risultano molto chic ed elegante.

Di Grey